Osservatorio

telescopio_sL’Osservatorio Astronomico sorge a circa 4 Km da Imola, a 250 m di quota. Ricavato ristrutturando una ex scuola elementare (grazie ad oltre 7000 ore di lavoro volontario svolto dai Soci fondatori dell’AAI), è dotato di una sala proiezioni, una sala mostra e una cupola da 4,5 metri di diametro che ospita il telescopio principale. L’ampio terrazzo risulta particolarmente adatto ad osservare il cielo ad occhio nudo e col binocolo, anche se il crescente inquinamento luminoso sta seriamente minando l’opportunità di ammirare il cielo stellato (oltre a costituire un grave spreco energetico).

L’osservatorio è intitolato alla memoria di Alfio Betti, astrofilo bolognese che contribuì alla sua nascita, mentre la specola è stata recentemente dedicata a Rino Morini, fondatore dell’AAI e ispiratore di gran parte delle sue attività, nonché progettista e costruttore del telescopio da 41 cm ospitato nella specola stessa.

Nel 2009 telescopio e relativi impianti sono stati sottoposti a manutenzione straordinaria per ripristinarne la massima efficienza. L’inizio del 2011 ha invece visto una serie di migliorie ed ammodernamenti per quanto riguarda gli allestimenti della sala proiezioni e della sala mostra, con particolare attenzione ad una nuova esposizione degli orologi solari creati dal Socio Adelmo Eliogabili.

Telescopio principale riflettore schema  Newton Cassegrain (autocostruito) con specchio primario da 410 mm e lunghezza focale, a seconda della configurazione, di 1800 mm (Newton) e 7200 mm (Cassegrain). Completano l’installazione un telescopio rifrattore uso guida (autocostruito) diametro 150 mm con  lunghezza focale 2250 mm  ed un telescopio rifrattore apocromatico diametro 115 mm lunghezza focale 805 mm (rimovibile per attività in esterna).

Montatura Astro-Physics 1200GTO e un telescopio catadiottrico Celestron C14 con specchio primario da 355 mm e lunghezza focale di 3910 mm affiancabile dal rifrattore apocromatico da 115 mm.